22 luglio 2018

Desire. L'impero del desiderio di Meghan March. Recensione


Fedelissime amiche,
con «Desire. L'impero del desiderio» si conclude una delle mie serie preferite dello scorso anno: la Mount Trilogy di Meghan March. Non vi nascondo che quando ho iniziato questo libro ero un po’ triste perché non ero pronta a dire addio a una delle coppe più affiatate ed esplosive del romance del 2017. Potete dunque comprendere il motivo per cui quando ho scoperto nelle ultime pagine che Lachlan e Keira sarebbero tornati nella prossima serie Savage Prince, ho fatto letteralmente i salti di gioia. 


Temperance, la tosta protagonista di Savage Prince, per chi non lo sapesse è la migliore amica di Keira. Grazie a lei Lacklan e Keir si sono conosciuti. Vi faccio notare che un’anticipazione del romanzo è pubblicata nelle ultime pagine del libro nella versione originale. Dopo il finale inaspettato di «Defiant Queen», la relazione della nostra amata coppia è diventata ancora più solida. Il momento in cui il loro rapporto ha subito una svolta a mio avviso è da far risalire al viaggio a Dublino. Mesi prima Keira sarebbe stata felice di trovarsi a mille miglia di distanza da Lacklan Mount, ma adesso tutto è cambiato. Lei è cambiata. 

Keira si sente finalmente pronta a rivestire il ruolo che le spetta di ‘coraggiosa Regina’ accanto al suo amato ‘spietato Re’. Al suo fianco è pronta a governare il ‘Sinful Empire’. Lachlan, d’altro canto, si è finalmente reso conto che Keira non è la sua debolezza e l’amore che prova per lei lo rende più forte. Insieme sono invincibili. Uniti possono fronteggiare qualsiasi nemico. Il nemico nel mondo di Lacklan è costantemente in agguato e pronto a colpire quando meno te lo aspetti (non sono ammesse distrazioni). Rispetto al primo romanzo è predominante la componente suspense. L’erotismo è un po’ meno accentuato, anche se non mancano delle scene d’amore roventi che caratterizzavano i primi due capitoli, perché quando Keira e Lackln sono nella stessa stanza la temperatura ha dei picchi elevatissimi. 

Nei primi due libri abbiamo potuto vedere solo qualche momento del passato di Lacklan, in questo libro ci addentriamo molto di più nel suo passato. Quella di Lacklan è una storia molto triste di un ragazzino che è vissuto in mezzo alla strada senza l’affetto di una famiglia e ha dovuto superare mille avversità. Nella prologo vediamo un Lachlan adolescente, prima che diventasse il temuto signore del lato oscuro di New Orleans. Per sopravvivere era stato costretto a fare cose che vi lascio solo immaginare, cose terribili, indicibili che farebbero inorridire chiunque. Per difendere le persone a lui care Lachlan ha dovuto difendersi con qualunque mezzo. A quel tempo non aveva ancora il fisico possente che ha ora da adulto. Solo grazie all’astuzia era riuscito a superare i limiti della forza fisica. Quando Keira è stata risucchiata nell’ombra e nell’oscurità del mondo governato da Lacklan non aveva pensato a quali sarebbero state le conseguenze. Siamo alla resa dei conti. Lacklan ha inoltre capito che se vuole che Keira diventi la sua compagna deve aprirsi con lei, questo significa che a dividerli non ci deve essere più nessun segreto. Lacklan è un uomo con tanti segreti, segreti che a poco a poco verranno svelati. Quando pensavo che il peggio fosse passato e fosse arrivato il momento per Keira e Lacklan di godersi il loro meritato lieto fine, una persona del passato di Lachlan all’improvviso sbuca dalle tenebre. Quella persona cercherà di mettere in pericolo la vita della donna che ama. Lachlan è pronto a sacrificare la propria vita per difendere la sua amata. Rinuncerà a lei per non metterla di nuovo in pericolo? O lotterà per rimanere insieme a lei? 


Naturalmente non spetta a me svelarvelo. Cosa posso aggiungere rispetto a quello che ho già scritto nelle precedenti recensioni? Di Lachlan vi ho già parlato ampiamente. Keira è una delle eroine più toste in cui mi sia imbattuta da quando leggo romance, il suo atteggiamento, il modo in cui affronta le situazioni mi ha subito conquistata. Ma non poteva essere altrimenti, perché diversamente non avrebbe potuto diventare la compagna del temuto Lacklan Mount. Meghan March è senza dubbio in grado di scrivere storie emozionanti, avvincenti, romantiche e cariche di suspense dove nulla è scontato. «Sinful Empire» è una lettura che si legge in un paio di giorni, scorrevole, intensa, ben scritta. Se avete un po’ di tempo e siete indecise su cosa leggere, vi consiglio di considerare questa trilogia. Fidatevi, non ve ne pentirete!

Baci, Greta
Bello


Qui potete acquistare il romanzo!




LA SERIE É COSÌ COMPOSTA:

Desire. L'impero del desiderio


POTREBBERO INTERESSARVI:

5 commenti:

  1. Greta adoro i romanzi che suggerisci sai se uscira in italiano?

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Bellissimo, questo libro l'ho adorato! Sono curiosa anche io di capire chi sarà il protagonista del prossimo romanzo, quelle prime pagine in anteprima mi hanno catturato e adesso non sto più nella pelle

    RispondiElimina