14 ottobre 2017

Sei tutto ciò di cui ho bisogno di K.A. Linde {Blog tour} Recensione


Buongiorno ragazze,
 in questo giorni ho avuto il piacere di leggere «Sei tutto ciò di cui ho bisogno» di K.A. Linde, quarto volume della serie Amore in prima pagina.  La  Linde ci emoziona questa volta con lo stand-alone della storia di Clay, fratello minore del membro del congresso Brady Maxwell, già conosciuto negli altri volumi della serie, e Andrea. Clay è la pecora nera della famiglia Maxwell. L’eterno secondo, o almeno è così che lui si sente rispetto a suo fratello Brady, l’uomo di successo. Quando erano piccoli una sera il padre disse ai due fratelli: “Brady….tu potrai diventare Presidente degli Stati Uniti, Clay, tu diventerai procuratore generale”.


”Quando Brady sarà diventato presidente, lui ti nominerà procuratore generale”. Per Clay quelle parole ebbero un peso enorme: non le dimenticò mai! E dal  momento in cui le udì si convinse che Brady era e sarebbe sempre stato il preferito di suo padre mentre lui sarebbe stato destinato a vivere alla sua ombra per sempre. Nonostante la ferita provocata da quelle parole, Clay ha indirizzato tutta la sua vita e ogni sua scelta al raggiungimento di quell’obiettivo. Perché se da una parte l’essere il “secondo” lo faceva stare male, dall’altra desiderava ardentemente rendere suo padre orgoglioso di sé. E l’unico modo che aveva era acquisire quel titolo di “procuratore generale”. A stargli vicino in questa battaglia era stata da sempre Andrea. 

Clay e Andrea si erano conosciuti da adolescenti durante le loro vacanze alla casa sulla spiaggia a Hilton Head. Da allora non si erano più lasciati. Andrea aveva sofferto molto per la separazione dei suoi genitori e ne aveva preso definitivamente le distanze quando entrambi si erano risposati. Sua madre la chiamava solo quando era nei guai, con suo padre non aveva più rapporti da quando aveva sposato una sua coetanea. Per Andrea casa Maxwell era ormai diventata la sua casa , la sua famiglia. Andrea conosceva perfettamente Clay e quale ferite e dolori nascondeva dentro di sé. Crescendo Clay si era allontanato da suo padre e da suo fratello perché il risentimento nei loro confronti era troppo grande. 


Al liceo Andrea a Clay avevano iniziato a stare insieme come coppia. Ma la loro era una relazione aperta, quando erano insieme esistevano solo loro due, ma quando erano lontani…ognuno poteva fare ciò che desiderava. Clay continuava imperturbabile con le sua avventure da una notte, dopotutto era quello che volevano entrambi. Andrea non voleva essere una fidanzata o una moglie, perchè non voleva soffrire e non voleva essere lasciata come si erano lasciati i suoi genitori. Clay non voleva una famiglia perché così “non ci sarebbe stato nessuno da deludere”. La loro relazione così funzionava alla grande da ben dieci lunghi anni. Ma i sentimenti non si possono nascondere per sempre e prima poi vengono a galla. Un avvenimento in particolare cambia le loro prospettive e Andrea vuole di più da Clay. Clay è terrorizzato dall’idea di dover cambiare il suo stile di vita e dover essere fedele ad una donna soltanto. Ad Andrea non resta che compiere un forte gesto significativo: lasciare Clay definitivamente. Clay cadrà nel baratro dello sconforto, non è nulla senza Andrea, Andrea è sempre stata presente nei momenti bui della sua vita. Cosa ne sarà di lui adesso che è completamente solo? 

Da questa bellissima storia ci arrivano molti messaggi importanti, primo fra tutti, l’importanza di esprimere i nostri sentimenti e le nostre paure, di aprirci ai nostri cari e quando anche  la vita ci ha feriti o è stata dura con noi questo non deve farci sacrificare la possibilità di una felicità futura. Clay è vissuto nella convinzione di aver un padre che non credeva in lui, mentre era a sua volta solo un uomo incapace di esprimere le proprie emozioni perché figlio di un educazione troppo rigida. Clay capirà poi di aver combattuto una battaglia alla ricerca di qualcuno che non era e che non voleva essere ma che pensava che suo padre si aspettasse che fosse e che ha serbato rancore verso coloro che lo amavano. Andrea è un personaggio forte che soffrirà moltissimo pur di non rinunciare al suo amore e che ad un certo punto si rivelerà molto fragile e insicura. Una narrazione un po’ lenta, senza colpi di scena, ma una storia profonda. Il momento che più mi ha commossa è stato il piccolo confronto tra Clay e suo padre. Certo dalla Linde mi aspettavo qualcosina in più ma vi consiglio questa lettura.

Vi abbraccio, Lorena
Bello
✰ ✰  ARC provided for an honest review ✰ 


Sinossi: Clay Maxwell è un donnaiolo attraente, intelligente, brillante, sempre alla ricerca di nuove conquiste. Ha condiviso il letto con molte donne, ma solo una è sempre stata la costante: Andrea. Le loro regole sono semplici. Quando sono insieme, esistono solo loro due. Quando sono separati, non ci sono regole. E funziona. Da dieci anni. Ma uno di loro sta cambiando le carte in tavola... Clay dovrà decidere se vale la pena di perdere l'unica donna che è sempre stata presente pur di non abbandonare la sua vita dissoluta.


Qui trovate il romanzo!




ABBIAMO RECENSITO: 

Non dirlo a nessuno
Una notte senza te


2 commenti:

  1. Bel post, complimenti
    passa da me Se fosse per sempre un bacio, ale

    RispondiElimina
  2. È vero la narrazione è un po lenta ma il libro vale la pena leggerlo perché è bellissimo....attendiamo la pubblicazione dell ultimo

    RispondiElimina