14 giugno 2017

Tycoon di Katy Evans. {Blog tour} Recensione


Buongiorno a tutte!!
Si prospetta un’estate molto HOT soprattutto per le temperature che sfioreranno alcuni romanzi in arrivo. Ho già fatto la lista di quelli che mi interessano di più. Vi cito alcuni titoli: «Amami adesso» e «Maledetta voglia di te» di Pepper Winters e «Hideaway» di Penelope Douglas.  Dopo la metà giugno potremo leggere in inglese la novella «All I am» della Malpas e «Tycoon», il nuovo standalone di Katy Evans. Ero indecisa a quale di questi due blog tour iscrivermi visto che domani parto per le vacanze e non sarei riuscita a recensirli entrambi. 


Alla fine ho optato per il secondo. «Tycoon» è un romanzo sulle seconde occasioni,  un libro che si legge in poche ore. L’autrice lo dedica a tutte coloro che hanno dei rimpianti. Il messaggio sottointeso è che  non è mai troppo tardi per recuperare ciò che si pensa sia perduto. Aaric Christos, il protagonista, è il più potente investitore di New York. E’ freddo, spietato, pericoloso, letale. Aaric è un uomo senza scrupoli, un imprenditore di successo, scaltro, ambizioso, cinico, che non investe il proprio denaro senza sapere esattamente su cosa sta acquistando e con chi sta facendo affari. Non sarebbe arrivato così in alto e non sarebbe miliardario se avesse permesso alle emozioni di interferire nelle proprie scelte. 

Ha lavorato sodo per raggiungere la sua posizione. Ha avuto il coraggio di lasciare la sua città dodici anni prima per fare fortuna e vi ha fatto ritorno diversi anni dopo ricco sfondato. La gente sostiene che sia come re Mida che trasformi in oro tutto ciò che tocca. E’ per questo che Bryn ha deciso di rivolgersi a lui per avviare la sua start up, ma non sa come fare a convincerlo a concederle un’opportunità. Ho trovato molto interessante l’idea di Bryn. Vuole diventare una stilista e aprire un sito online dove le persone possano acquistare capi d’abbigliamento fatti su misura e selezionati attraverso un software, ma ha bisogno di fondi per realizzare il suo sogno. Bryn e Aaric si conoscono dai tempi della scuola. Lui ha sempre avuto una cotta per lei, era il ragazzo che la difendeva e la proteggeva ogni volta che qualcuno cercava di importunarla. Bryn è la ragazza che Aaric si è lasciato sfuggire dalle mani, Aaric  è il ragazzo che per Bryn rappresenta il suo ‘e se’. Come sarebbe la sua vita se ora ci fosse lui al suo fianco? Il romanzo inizia con la scena del loro primo incontro negli uffici della società del magnate, un appuntamento che lei è riuscita ad ottenere grazie all’aiuto di un amico comune. Nulla avrebbe mai potuto prepararla a ciò che avrebbe provato ritrovandosi dopo tanti anni faccia a faccia con Aaron, solo che il ragazzo che Bryn ricordava non esiste più. 


L’uomo che ha di fronte è una maschera indecifrabile (inoltre Aaric è fidanzato e sta per sposarsi). Riusciamo a mettere insieme i pezzi mancanti della loro storia attraverso una serie di flashback. Nei salti temporali siamo catapultati indietro in un passato più o meno distante rispetto al presente. Ciò ci permette di assistere alla prima volta che Aaric e Bryn si sono incontrati, quando lui, dopo aver posato lo sguardo su di lei, è rimasto folgorato. Da quel momento Aarin non è più riuscito a levarsela dalla testa. Grazie a quei passaggi, ci rendiamo conto che in realtà nulla è cambiato, pur essendo trascorsi tanti anni. Non sono mutati i sentimenti che Aaron prova per Bryn anche se gli avvenimenti del presente e i colpi di scena continuano ad ostacolare la loro relazione. Se Aaric in fondo è sempre stato sempre l’unico uomo veramente importante per lei, Bryn è sempre stata la sola che abbia avuto un posto nel cuore di Aaric. Cosa posso aggiungere riguardo al fascinoso protagonista? 

Mi è piaciuto molto come l’autrice lo descrive. Siamo abituati nei romance alla presenza di uomini dalla bellezza straordinaria, una bellezza quasi idealizzata. Aarin, al contrario, è molto affascinante ma non è perfetto. Non rispecchia i canoni di perfezione classica. Ho adorato le sue imperfezioni. Aarin è il tipo d’uomo che potremmo incontrare in un romanzo della Malpas, Alpha fino al midollo. E’ un ‘self made man’, un uomo che si è fatto da solo partendo dal basso. Il successo e i soldi non gli sono caduti addosso dal cielo, ma se li è guadagnati grazie ai propri meriti. Di Bryn invece mi è piaciuta la grinta e la determinazione con cui persegue i propri obiettivi. Anche se all’inizio Aarin non accetta di aiutarla, lei non rinuncia. Fa di tutto per mettersi in contatto con lui ed ottenere un nuovo appuntamento. La tenacia e la perseveranza premiano sempre. Fra tutti i libri che ho letto di Katy Evans «Tycoon» non è il mio preferito. E’ una lettura molto piacevole, ma che non mi ha emozionata e conquistata come i suoi precedenti libri. Una lettura scorrevole, romantica, sensuale da mettere in valigia! 

Baci, Greta
Molto carino
✰ ✰  ARC provided for an honest review ✰ 


Sinossi | Non è sempre stato così ricco. Quest’uomo sexy. Difficile. Aaric Christos era il ragazzo che mi proteggeva. Mi ha desiderata. Forse mi anche amata. Quell’uomo non esiste più. Al suo posto c’è il più potente magnate immobiliare della città. È un uomo d'affari freddo, spietato e aggressivo. L'unico che può salvare me e la mia start-up dal fallimento. Ci vuole un grande coraggio per mettere da parte il mio orgoglio e chiedere il suo aiuto. Non mi aspettavo che me lo offrisse tanto facilmente. E non lo fa. Invece, mi controllerà più di quanto abbia controllato chiunque altro. Non investire su ciò che non si conosce, dice. Sta valutando ogni parte di me, al punto che non mi sono mai sentita così nuda. Desidero il ragazzo che una volta conoscevo, che  una volta aveva desiderato toccarmi. Vale la pena di rischiare tutto ciò che possiedo, mi dico. Fino a quando mi rendo conto - troppo tardi - che è meglio non correre alcuni rischi.



Qui potete prenotare la vostra copia!



POTREBBERO INTERESSARVI:





Nessun commento:

Posta un commento