22 giugno 2017

Amore reale di Emma Chase. {In anteprima} Recensione


Care amiche e lettrici, 
cosa c’è di più romantico di una storia in cui un bellissimo principe si innamora perdutamente di  una ragazza comune nella magica cornice di New York? Aggiungete qualche fiocco di neve, per rendere l’atmosfera ancora più romantica, e il fatto che il principe dei nostri sogni sia un sexy ‘dirty talker’…il gioco è fatto! Sono questi gli ingredienti di un romanzo delizioso, divertente, dolcissimo, che sprizza romanticismo da tutti i pori. Con il suo ultimo libro, Royally Screwed, Emma Chase ci propone un’incantevole e spassosissima favola moderna, il primo di tre romanzi di nuova serie per chi crede fermamente che il vero amore vince sopra ogni cosa. 


I protagonisti sono una famiglia di reali, uomini dal fascino irresistibile e peccaminoso. Siete pronte a conoscere il primo principe? Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, soprannominato dai media lo ‘strafigo reale’, è il ventottenne erede al trono di Wessco, una piccola monarchia europea governata dalla regina Lenora, sua nonna. Nicholas è lo scapolo più ambito del reame, un irriducibile playboy che non ha intenzione di sposarsi, almeno non nel breve periodo. Quando le crescenti discordie politiche mettono a rischio la stabilità del suo regno, la regina è costretta a ricordargli quali sono le sue responsabilità. 

Gli concede sei mesi di tempo per annunciare la sua sposa, scegliendo fra una lista di candidate di nobile lignaggio. Nicholas ha dunque sei mesi prima di si ritrovarsi ingabbiato in un matrimonio combinato e senza amore, sei mesi per godersi fino all’ultimo giorno la sua libertà. Quando è costretto a recarsi a New York per recuperare suo fratello, Henry (sarà lui il protagonista del prossimo libro intitolato Royally Matched --> QUI l'anteprima), Nicholas coglie la palla al balzo. Quale occasione migliore per concedersi un po’ di svago se non una vacanza in una delle città più frenetiche di tutto il pianeta? 

Inaspettatamente, però, una tempesta di neve manda all’aria tutti i suoi piani e il principe Nicholas si trova costretto a rifugiarsi in un piccolo caffè dove fa un incontro che scombussolerà la sua vita. Appena posa lo sguardo sulla deliziosa cameriera, Olivia, ne riamane folgorato e da quel momento sarà determinato a sedurla. Ma il suo fascio irresistibile sembra non aver alcun effetto su di lei, e Nicholas non è abituato ad essere respinto. L’approccio iniziale è decisamente sbagliato. “Trascorri la notte con me e ti pagherò diecimila dollari.” “Per fare cosa?” “Il letto è vuoto e grande. Iniziamo di lì e vediamo cosa succede.” Nicholas esordisce con una proposta indecente ed è ricambiato con una 'deliziosa' torta in faccia. Deliziosa perché Olivia è un’ottima pasticcera e le sue torte sono rinomate in tutta New York. Dopo la morte di sua madre, lei e la sua famiglia sono riuscite a rimanere a galla solo grazie ad una ricetta segreta tramandata da madre in figlia, ricetta grazie alla quale l’Amelia, il piccolo coffe di cui si occupa Olivia, è molto frequentato per via delle sue prelibatezze. Le sue torte sono così buone da leccarsi i baffi. Olivia Hammond ha smesso di credere nelle favole da lungo tempo, quando la dura e cruda realtà le è piombata addosso, caricandola di responsabilità. Tutta la sua famiglia è sulle sue spalle, un padre alcolista e la sorella adolescente ancora alle prese con gli studi. Olivia ha rinunciato a tutto per dedicarsi a loro e non ha certo tempo per uscire con un ragazzo, anche se il bel principe è una tentazione a cui è difficile resistere. Non riuscendo a togliersi Olivia dalla testa ed essendo abituato ad ottenere sempre ciò che vuole, Nicholas non si da per vinto. Inizia un corteggiamento serrato in cui sfodera tutte le armi di seduzione che possiede. Ho apprezzato la sua tenacia, un po’ meno l’atteggiamento di Olivia. Cercherò dunque di spiegarvi cosa non mi è piaciuto. 


Il giorno del loro primo incontro Nicholas è po’ alticcio e non si rende nemmeno conto di aver offeso Olivia con la sua sfrontatezza. Il giorno seguente, quando rielabora l’accaduto, le porge le sue scuse. Olivia non accetta subito il suo invito cena, e fa benissimo a tenerlo sulle spine. Peccato che il giorno successivo abbia già cambiato idea. Mi sono chiesta se il suo cambiamento repentino fosse dovuto alla scoperta della sua vera identità, ad ogni modo la decisione di Olivia è poco coerente con il suo modo di pensare all’inizio. E’ possibile che dopo qualche avance del bel principe lei abbia completamente perso la testa da mandare all’aria tutto ciò in cui crede? Evidentemente sì!! Questa ipotesi è avvalorata dal fatto che, quando lui le chiede di abbandonare tutto per seguirlo a Wassco e di trascorrere con lui il tempo che rimane alla fine dell’estate, lei accetta, senza neanche pensarci, scaricando ogni responsabilità sul suo aiutante gay, lasciando sola la sorella tanto cara e il padre in difficoltà. Questa decisione di Olivia mi ha fatto cambiare opinione sul suo conto. Se all’inizio ho creduto che fosse una persona responsabile, quel cambiamento mi ha mostrato Olivia sotto un’altra luce. Il suo comportamento dal mio punto di vista denota superficialità ed un immenso egoismo. 


La scrittura del romanzo è veloce, scorrevole. I capitoli alternati tra i due protagonisti inquadrano le vicende da entrambi i pov. L’autrice, famosa per i suoi male POV, questa volta ha preferito cambiare impostazione, ma devo ammettere che la scelta mi è parsa azzeccata in questo caso. Royally Screwed è una lettura leggera, per trascorrere qualche serata di pura evasione. Un buon modo per coccolarsi prima di andare a letto. 

Baci, Greta
Carino



Sinossi: Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, principe di Wessco, detto “Sua Bollente Altezza” è un uomo affascinante, bello in modo impossibile e sfacciatamente arrogante. Come biasimarlo: è difficile essere modesti quando tutti si sperticano in continue genuflessioni al tuo passaggio. Ma, in una notte di neve a Manhattan, il principe incontra una ragazza bellissima dai capelli scuri che non si inchina davanti a lui. Anzi, gli lancia addirittura una torta in faccia. Nicholas, stupefatto da un gesto tanto irriverente, si mette in testa di scoprire se quella donna nasconda la stessa dolcezza della sua torta, ed è disposto a usare ogni mezzo per ottenere ciò che desidera… Uscire con un principe non è proprio tra le cose che la giovane cameriera Olivia Hammond si aspettava che potessero accaderle. Le smorfie di disprezzo sul volto della regina madre, l’accanimento dei paparazzi e il diffondersi a macchia d’olio di gossip di ogni tipo sgomenterebbero chiunque. E anche se i bianchi destrieri e le carrozze di un tempo sono stati sostituiti da scintillanti Rolls Royce ed è da un po’ che i sudditi non vengono più decapitati, non si può dire che la famiglia del principe accolga a braccia aperte l’attraente plebea. Ma agli occhi di Olivia, Nicholas, tolta la corona, è un uomo affascinante, uno per cui vale la pena lottare. Lui, sebbene sia cresciuto sotto lo sguardo del mondo intero, sente per la prima volta la responsabilità e il peso di una scelta: dovrà decidere se piegarsi alle convenzioni e diventare il re che la sua famiglia si aspetta che sia, o restare l’uomo che sente di essere e amare Olivia per sempre…



Emma Chase | Nonostante sia autrice della Tangled Series e della Sexy Lawyers Series, è una moglie fedele e una madre premurosa. I suoi libri sono pubblicati con enorme successo in 23 Paesi. Amore senza regole è il terzo capitolo della serie Sexy Lawyers, dopo Amore illegale e Niente regole. La Newton Compton ha pubblicato anche tutti i romanzi della Tangled Series – Non cercarmi mai più (ma resta ancora un po’ con me), Cercami ancora, Io ti cercherò, Tu mi cercherai e l’extra Dimmi di sì. 

Website Facebook Twitter  Goodreads


Qui potete acquistare il romanzo!




  ORDINE DI LETTURA

Book 1: Royally Screwed

Book 2: Royally Matched
Book 3: Royally Endowed






2 commenti:

  1. Do you know the name of the model in the cover design?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hi MJ! I don't know the name of the cover model.

      Elimina