2 luglio 2014

Recensione: “Mr Sbatticuore” di Alice Clayton, il romanzo più esilarante dell'anno. L'8 luglio in libreria


Avrete già sentito parlare di questo romanzo, perché “Mr Sbatticuore" (Wallbanger) è uno di quei libri che ha conquistato milioni di lettrici oltreoceano. Alcune lo hanno addirittura definito il romanzo più spassoso dell’anno (recensione del 13/12/2013).

Rientra nella lista dei libri che mancano ancora all’appello e, pur essendo famosissimi, non sono ancora stati tradotti. Wallbanger” è una deliziosa commedia romantica spumeggiante, carica di humor, con un ritmo talmente incalzante che cattura sfacciatamente l’attenzione del lettore; questi ingredienti sapientemente miscelati dalla scrittrice, oltre alla sua originalità,  rendono il romanzo irresistibile. Insomma, leggendo questo libro è difficile riuscire a rimanere seri e trattenere le risate, perché la sua ironia è quasi contagiosa. La storia si svolge a San Francisco dove la protagonista, Caroline Reynolds, si è da poco trasferita in un appartamento in subaffitto di proprietà della sua titolare. Caroline è una single e divide il suo spazio privato con il suo animale domestico: un simpatico gatto di nome Clive. Fra di loro c’è un rapporto inusuale, un po’ bizzarro, una sintonia che a volte è difficile instaurare fra persone. La protagonista è una ragazza simpatica,  molto estroversa che affronta la vita con la giusta dose di ottimismo. Ha un carattere così solare, espansivo e gioviale che è difficile non restare incantati dalla sua vitalità.

Caroline è un interior designer di successo e, quando non lavora, trascorre le giornate con il suo fidato robot da cucina o insieme alle sue due più care amiche che non la abbandonano mai. Dopo una relazione finita male ha deciso di concedersi un momento di pausa prima di lanciarsi a capofitto in una nuova storia; per il momento ha preferito mettere la sua vita amorosa in “ stand by” e dedicarsi pienamente alla carriera e alle amicizie.    
La vita di Caroline sarebbe perfetta se se non fosse per quella “magica O” mancante,   la sua “O” che ormai non si fa più vedere da lungo tempo. Badate, “O” non è l’abbreviazione di Oprah, la famosa conduttrice televisiva americana, ma lascio a voi intuire il significato sottinteso. Caroline ha cercato di auto convincersi di poterne fare a meno, di non sentire la necessità di uscire con un uomo e, da diverso tempo, conduce una vita quasi monacale. Lo stesso non si può dire del suo vicino di casa: Simon Parker.
 
Simon, il protagonista maschile,  non è il tipo da relazione, e lo si può notare dal suo harem. E’ un uomo molto attivo, sessualmente parlando, addirittura promiscuo, e ogni notte incontra una donna differente fra le “mura” del proprio appartamento. Peccato che il muro confinante fra i due alloggi sia talmente sottile che si può sentire tutto. Proprio tutto, anche i rumori più impercettibili. E ogni sera si ripete la stessa storia: una serie di colpi insopportabili alla parete con qualche libro che cade; dei rumori  indistinti e un’altra notte insonne per la protagonista. Simon sembra quasi instancabile, nelle sue attività notturne, da essersi conquistato quel meritato soprannome di “wallbanger”. Per Caroline è veramente frustrante vista la “sua situazione”, e pensate all’imbarazzo di dover assistere ogni notte a quell’interludio di colpi alla parete, gridolini, sculacciate...  Simon è uno che ci sa fare con le donne, un amante focoso, appassionato, irresistibile.  

"Strofinandomi la testa e imprecando sufficientemente da  fare arrossire Clive - come se i gatti potessero arrossire - mi  voltai a guardare la parete alle mie spalle. La  testata del letto stava letteralmente sbattendo contro il muro mentre il putiferio della porta accanto continuava incessante ..." 
 
E non si limita a procurare loro piacere;  le sue performance sono così sbalorditive che induce le donne a miagolare. Potete immaginare le situazioni assurde e ridicole che possono insorgere in queste circostanze. E, quando la frustrazione raggiunge il suo apice, a Caroline non resta che affrontarla di petto. E’ così che avviene il primo incontro. Dopo giorni interminabili trascorsi a scrutare dal buco della serratura nella speranza di incontrare il fantomatico vicino, una notte, spinta dalla disperazione, Caroline decide di presentarsi davanti alla sua porta per dare voce alle proprie lamentele.  E immaginate chi si trova di fronte? Inutile dirvi che il suo vicino è l’uomo più strabiliante sul quale Caroline abbia mai posato gli occhi; lui è stupendo. Moro, alto, un fisico da urlo, gli occhi di un blu così intenso da rimanerne folgorati e la tipica aria del maschio conquistatore. Ma non vi svelo oltre, per non togliervi il gusto della sorpresa. “Wallbanger” è un romanzo che induce a  chiedersi perché non sia stato ancora tradotto. Ti colpisce per la sua originalità; soltanto l’idea geniale del wallbanger vale la lettura del romanzo. La Clayton ha uno stile molto particolare, un po’ stravagante. Mi ha ricordato la Phillips con cui ho trovato alcune similitudini. Naturalmente mi riferisco a una Phillips dei libri migliori, di Heaven Texas.

Questo romanzo è così vivace, brioso, spontaneo che è un piacere leggerlo. L’inizio è incredibile, ti travolge con una carica incontenibile di umorismo a cui è impossibile resistere. E così procede per un po’ con questo ritmo incalzante e divertentissimo. La scrittrice, per fortuna, nella parte centrale ci concede dei momenti di tregua per concentrarsi, con calma, sull’evoluzione della relazione fra i protagonisti. “Wallbanger” è essenzialmente una romanticissima storia d’amore che si sviluppa inizialmente da un’amicizia fra due persone che non potrebbero essere più differenti nel loro stile di vita. Caroline si potrebbe definire una persona che conduce una vita normale, con un lavoro d’ufficio e la sera si diletta in cucina sotto la supervisione dell’ immancabile gatto. Simon ha una vita più movimentata; è un reporter fotografico e il suo lavoro lo spinge a viaggiare per il mondo, sempre con una destinazione differente. Per lui è difficile trovare lo spazio e il tempo per istaurare una relazione seria. Ho trovato interessante assistere all’evoluzione della loro storia. E’ una relazione che nasce e si evolve all’interno delle mura domestiche.
 
Devo confessarvi che mi è sembrato un aspetto insolito, perché nei romanzi siamo abituati ad essere catapultati in ambientazioni che si discostano dalla quotidianità. La stranezza è che a volte proprio la vita di tutti i giorni presentata in un romanzo possa risultare particolare e interessante. Se dovessi trovare un difetto a questo romanzo mi concentrerei comunque sulla parte centrale. In quel punto la narrazione rallenta di intensità, e probabilmente questa è stata una scelta della scrittrice. Il problema sta nel fatto che la narrazione diventa troppo lenta ad un certo punto, e ti annoia un pochino. Mi riferisco alla parte in cui tutti i personaggi, non solo i protagonisti, iniziano a messaggiarsi. E’ troppo in contrasto con il ritmo a cui eravamo abituati. “Wallbanger” è una lettura che consiglio. Mi auguro che qualche casa editrice in questo momento si imbatta in questa recensione e non si lasci sfuggire questo delizioso romanzo.
 
 
MOLTO BELLO




Vi interessa questo romanzo? ...lo trovate qui! 
 

 
 
 
 
A questo link trovate l'anteprima della 'serie Cocktail'.
 
 
 
 

20 commenti:

  1. Greta, da tantissimo aspetto questo romanzo. Ho scritto persino alle CE più importanti, ma senza risultato. Incrociamo le dita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao rita, anch'io e, avendo perso ogni speranza, ho deciso di leggerlo in inglese. Spero sia di buon auspicio e qualche casa editrice ci ascolti. Sarebbe proprio un peccato non tradurlo ... G

      Elimina
  2. Greta che fantastica recensione!!
    Mi ha fatto morire dal ridere, sei riuscita a farmi immergere pienamente nel "mood" del romanzo! Ma perchè, mi chiedo, alle volte le case editrici ci propinano delle "croste" allucinanti spacciandole per capolavori assoluti ( e non voglio citare alcun titolo, ma la lista sarebbe lunga....) mentre sorvolano consapevolmente sopra questi titoli così interessanti e fuori dagli schemi? Forse la risposta sta proprio nel fatto che queste letture non rientrano in una tipologia riconoscibile e rodata. Pensano forse che noi lettrici avide di romance ci scandalizziamo se per una volta non troviamo frustini, manette e giochini vari...?! Alle volte la normalità è più sorprendente della trasgressione...
    Io propongo una petizione di massa, una raccolta firme...
    Grazie Greta,
    Lavinia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lavinia, quanto ho riso alla lettura del tuo commento. Sono pienamente d'accordo e mi sono posta questa domanda ... e se le lettrici si fossero stancate di tanta trasgressione? Forse è arrivato il momento di tornare alla normalità, se vogliamo leggere qualcosa di diverso, di sbalorditivo. Greta

      Elimina
  3. Però Greta non dovresti essere così cattiva con noi , farci scoprire e deliziare con queste news sapendo che chissà quando mai arriveranno in italia .......ci vuoi male proprio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cris, ho aspettato a lungo l'arrivo di questo romanzo. Abbiamo aspettato troppo. Spero che, parlandone, non corra il rischio di essere dimenticato...G

      Elimina
  4. Greta la tua recensione mi sta facendo morire dalla voglia di leggerlo..uff peccato sia in inglese: una soluzione sarebbe la petizione ma non garantirebbe risultato e tempi..che ne dici invece di provare una traduzione di gruppo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo, posso solo dirti che non è necessaria... Un abbraccio, greta

      Elimina
  5. Ciao Greta la recensione è bellissima mi ha fatto venire tanta voglia di leggerlo hai ragione è una ambientazione diverse dalle solite e molto nuova quindi sono molto curiosa di leggerlo aspetterò con ansia che lo tradurranno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffaella, sì è proprio un bellissimo romanzo e lo aspettavamo da tanto tempo. Spero che siano mantenute le promesse e di poterlo leggere nell'estate. Incrociamo le dita. Un abbraccio, greta

      Elimina
  6. L'ho divorato in due giorni non vedo l'ora che esca il cartaceo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao saturno, suppongo che tua sia una lettrice, oppure no? Anch'io ho divorato questo romanzo... per non parlare della simpatia del fedelissimo gatto. CLIVE, CLIVE, chi non vorrebbe un gatto così!!! Ma devo ammettere che darei la precedenza a Simon. Per l'uscita del cartaceo manca poco, lo trovi in libreria a partire dall'8 luglio. A presto, greta

      Elimina
  7. Ciao Greta, lo sto cominciando proprio ora...ti dirò :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara1379, ti aspetto..... greta

      Elimina
  8. Ok... letto!!!!! E devo dire.... chi vorrebbe un vicino cosi???? Alzi la mano?! Io ho alzato entrambe e anche i piedi!!!! Bello divertente e a tratti frustrante ma cmq una piacevole lettura. Ecco che simon finisce nella mia lista del cuore... baci greta. Ora si ricomincia con un nuovo libro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao vict,....ho alzato subito la mano!!! Un vicino così, "anche se è un po' troppo rumoroso", fa sempre piacere. Simon, Simon.... A questo punto non ci resta che aspettare il seguito dove lo vedremo di nuovo in azione. greta

      Elimina
  9. Ps. Sono vict :-)

    RispondiElimina
  10. Il seguito ???? Davvero??? Daiiii... non lo sapevo illuminami vict

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Rusty Nailed" vede ancora una volta protagonisti i ns adorata coppia Simon e Caroline. E dimenticavo... il mitico/ indimenticabile micio CLIVE. Purtroppo non ho ancora notizie della sua pubblicazione..... g

      Elimina
  11. GRETA , HO APPENA VISTO IL TUO COMMENTO SULLA COPERTINA DI MR. SBATTICUORE TI FACCIO I MIEI COMPLIMENTI , TE LO MERITI TUTTO BRAVA , SONIA.

    RispondiElimina