13 luglio 2017

Vado, sbaglio e torno di Jana Aston. Recensione in anteprima


Ciao ragazze! 
Sarà «Vado, sbaglio e torno» il titolo italiano «Wrong» di Jana Aston, in arrivo il 3 agosto grazie a Newton Compton. Vi ripropongo la recensione che ho scritto quando è uscito in lingua originale. Fine anno è il periodo in cui si organizzano sondaggi per valutare le opinioni delle lettrici e tirare le somme sull’anno che si è appena concluso. Si votano i romanzi che sono maggiormente piaciuti e quali, al contrario, si sono rivelati un’inutile perdita di denaro. 


Se mi chiedessero di votare il romanzo ‘più spassoso del 2015’, direi «Wrong». A parte il titolo, non c’è nulla di sbagliato in questo libro. E' un’ottima scelta se state cercando una lettura-scacciapensieri. Utilizzo tre parole per descriverlo: spumeggiante, divertente, e molto ma molto pepato. Alzi la mano chi non ha mai avuto delle fantasie che riguardino l’altro sesso? Anche se non siamo pronte ad ammetterlo, penso ad ognuna di noi sia capitato di fantasticare su qualcuno che ci piaceva. La fantasia di Sophie è…..mi vergogno a dirlo, ci arriverò per gradi. 

Sophie, la protagonista, ha ventun anni, è una giovane studentessa universitaria prossima alla laurea che divide il proprio tempo fra studio e lavoro. Per arrotondare, lavora part time al Grind Me, il coffe shop del campus. La parte più eccitante del suo turno è l’attesa che entri nel locale un cliente di cui Sophie si è perdutamente innamorata. Lui entra nel caffè ogni giovedì mattina e Sophie aspetta quel momento con trepidazione. Non vede l’ora di servirlo, flirtare e di scambiare con lui sguardi infuocati. Fine del gioco. Sophie non sa nulla di quell’uomo, a parte il suo nome, che ha scoperto origliando una sua conversazione telefonica. Sa che si chiama Luke. Lui è bellissimo,  educato, distinto. “Luke ricade definitivamente nella categoria professionista, e si aggira al Grind Me con indosso abiti dall’aspetto molto costoso. Non ha niente a che vedere con i ragazzi del college che indossano pantaloni sportivi e T-shirt stampate. Deve avere dieci o quindici anni più di me. Ma non importa.” Sophie nel corso dei loro incontri ha fatto mille supposizioni sul di lui, ma nessuna si è lontanamente avvicinata a scoprire la sua professione. E’ sbagliato che continui a pensare a lui, perché Sophie ha un ragazzo, Mike, che frequenta da due anni. Lei, però, è ancora vergine. Quando immagina la sua prima volta, guarda caso le sue fantasie hanno come protagonista un certo ‘suo cliente’. Sophie continua a ripetersi che è SBAGLIATO, ASSOLUTAMENTE SBAGLIATO, deve levarselo dalla testa. 


Il miglior modo per farlo è andare a letto con Mike. Se la sua vita sessuale deve avere inizio, non può aspettare ancora a lungo di prendere appuntamento con il ginecologo e farsi prescrivere la pillola. Così viene fissato il fatidico appuntamento: guarda caso è un giovedì nella clinica del campus. Il romanzo inizia proprio con la scena della visita, con  Sophie che per la prima volta si fa vedere da uno specialista. Vi descrivo la scena: quando entra nella clinica le dicono di spogliarsi. Lei si spoglia. Le dicono di rimanere distesa sul lettino in attesa che arrivi il Dr Miller. Lei attende. Quando il dottore entra nello studio, Sophie ha un mancamento e vorrebbe sprofondare sottoterra. Non c’è bisogno di svelarvi l’identità del ‘dottore’, immagino che tutte l’abbiate intuita. E qui mi fermo. Dicono che ridere faccia bene alla salute, questo libro allora è un elisir di lunga vita. Quanto ho riso!!! Per fortuna mentre leggevo mi trovavo nell’intimità del mio focolare domestico; sconsiglio vivamente di leggere il romanzo in un luogo pubblico. Wrong è un successo del 2015, l’opera d’esordio dell’autrice americana Jana Aston. 

Jana Aston è l’assistente personale di Julie Huss, un’autrice molto apprezzata all’estero e con all’attivo diversi libri, ma ancora sconosciuta al pubblico italiano. Nella pagina dei ringraziamenti l'autrice spiega dove è nata l’idea di questo libro e di aver inizialmente suggerito il tema alla Huss. Essendo stato scartato, l’aspirante autrice ha deciso di mettere alla prova le sue capacità di scrittura e di cimentarsi nella stesura del suo primo romanzo. Devo complimentarmi con lei per l’ottimo lavoro svolto. La prima cosa che mi ha colpito di Wrong è proprio l’originalità delle tematiche affrontate. Mi ha fatto sorridere il termine che l’autrice utilizza per definirlo: un ‘gynecologist erotica’. Il motivo della scelta di questa terminologia alquanto bizzarra è la professione di Luke, lui è un dottore, e più nello specifico un ginecologo. Il suo compito consiste nell’aiutare le donne con problemi di infertilità a rimanere incinte con la fecondazione assistita. La più grande soddisfazione di Luke è assistere alla nascita dei figli delle sue pazienti, ma la domanda che le lettrici si pongono è  se anche lui desideri diventare padre. Luke è un uomo nel fulcro della sua età adulta, per cui è naturale alla sua età desiderare una famiglia e pensare di avere dei figli. Mi ha fatto una tenerezza indescrivibile scoprire cosa Luke colleziona in segreto nel cassetto del suo studio... Luke mi è piaciuto fin da subito, ma quella rivelazione ha aggiunto un’infinità di punti a suo favore. Luke è un uomo da sposare!!!  Anche Sophie è un personaggio molto positivo. E’ una ragazza normale, in cui è facile immedesimarsi (curiosa la sua fissazione per i calzini). 

Il romanzo è scritto dal suo punto di vista, ma nell’epilogo l’autrice ci fa una sorpresa e per poche pagine  possiamo leggere i pensieri di Luke. Leggere nella sua mente è una rivelazione. All’inizio Luke ripercorre i momenti salienti di come è iniziata la sua storia con Sophie, quando la sua vita per un caso ha preso la direzione...sbagliata. La scrittura del romanzo è veloce, scorrevole. Wrong è uno di quei libri che si legge in un baleno. Consigliatissimo!!!!!

Baci, Greta
Bello


Sinossi: Ho una certa abilità nello scegliere la persona sbagliata, devo ammetterlo. Magari viene fuori che il tipo che mi piace è gay. Oppure ha il vizio dei giochi spinti. Per non parlare di quello tutto perfettino che nella vita è solo un viziato cocco di mamma. Insomma, riesco a inanellare uno sbaglio dopo l’altro... Ultimamente, però, mi capita di non riuscire a smettere di fantasticare su uno dei clienti del bar dove lavoro nei ritagli di tempo. Mi auguro che sia solo un’innocua cottarella, niente di cui preoccuparsi. L’uomo in questione è il mio ginecologo ed è molto più grande di me. E questo lo fa diventare Mr. Uomo Sbagliato. Ma è anche vero che non mi ricordo di avere mai avuto fantasie più eccitanti e scandalose...


Qui potete prenotare la vostra copia!







9 commenti:

  1. Perché mi fate questo...io adesso ho.bisogno di leggerlo!!! Quando esce in italiano?

    RispondiElimina
  2. Perché mi fate questo...io adesso ho.bisogno di leggerlo!!! Quando esce in italiano?

    RispondiElimina
  3. Nooooo io sarei morta di vergogna!!!spero proprio che venga pubblicato! È da un po che non leggo qualcosa di "leggero"... baci vict

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vict!! Ho aspettato a leggere questo romanzo. Temevo fosse uno di quei libri divertenti ma un po' stupidi. Non lo è. E' un romanzo delizioso, romantico... Ps. Dita incrociate.

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmela, non mi sembra sia stato tradotto in altre lingue.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. E' facile da leggere in inglese.

      Elimina